Arredo: specchio servo delle mie brame

Amici di Carlottissima!

Se la regina cattiva di Biancaneve avesse potuto fare shopping all’interno di un moderno megastore, quale tipo di specchio avrebbe scelto per le sue elucubrazioni? Perché è chiaro che per ogni personalità esiste uno specchio.
Specchiarsi ha sempre stimolato la vanità di donne e di uomini e lo specchio ha rappresentato nella nostra storia un’importante conquista, perché ha permesso una maggiore attenzione alla propria immagine, concedendo un lusso mai sconosciuto prima e lasciando che l’estetica acquisisse un suo ruolo fondamentale.
D’altronde, è facile immaginare che la stessa regina Grimilde, vanitosa oltre ogni limite, sceglierebbe sempre e comunque uno specchio“importante”, dall’aria solenne, capace di catturare l’attenzione, esattamente come la sua inquietante proprietaria.

Alcuni specchi hanno senza dubbio la capacità di riuscire a esistere a prescindere dalla loro funzione riflettente, si fanno guardare anche solo perché sono oggetti misteriosi e ipnotici.
Non importa la dimensione: che siano piccoli (addirittura tascabili) o che siano grandi, alcune tipologie di specchi nascono per catturare l’attenzione. Non è detto che si tratti di specchi con cornici preziose, potrebbero essere anche prodotti molto economici, che tuttavia sanno farsi notare per la magia delle loro forme anche liberi dalla cornice. Quello che fa di uno specchio un oggetto magico è infatti la sua forma, il dettaglio intorno a cui viene costruito, il guizzo creativo dell’artigiano.

Come si può impreziosire uno specchio?
Partiamo dal classico specchio con la cornice. In questo caso è questa la chiave della meraviglia: una cornice può essere in legno, in metallo, in vetro, in plastica e in verità in una tale miriade di altri materiali che davvero non ci sono limiti. Il segreto del suo successo è nella elaborazione, nella creatività impiegata per farne un prodotto accattivante. Il gioco e l’inventiva sono il segreto per ottenere un prodotto unico e vincente.
Una cornice potrebbe essere “alla Grimilde”, e dunque baroccheggiante, magari dorata, riportando indietro l’orologio del tempo.
Ma in un concetto di arredamento contemporaneo non è più necessario che lo specchio sia immerso in un ambiente classico ed elegante: oggi si tende a inserire oggetti carichi di personalità all’interno di spazi minimali, con l’intento di “staccare”, di rompere lo schema. Per esempio, uno specchio molto classico, anche riccamente confezionato, può essere il tocco di stile nella zona living total white priva di ogni altro orpello: sarà lo specchio a fare da catalizzatore.

Se parliamo invece di uno specchio privo di cornice, come ci si può orientare nella scelta di qualcosa di particolare, che abbia una sua personalità?
Oggi la ricerca di design su specchi in solo vetro ha raggiunto picchi di grande qualità. Esistono specchi capaci di assemblare forme, creando curvature di riflesso multiple, che riflettono la luce in modo insolito e originale, senza rinunciare, tuttavia, alla funzionalità. L’oggetto specchio in questi casi diventa iconico, portando a risultati degni dell’opera d’arte. Si tratta di specchi di pregio, dietro la cui fabbricazione si nasconde innanzitutto la ricerca dei materiali.

Lo stile in uno specchio.
Lo stile in uno specchio è esattamente quello che ci fa dire: voglio quello!
Ognuno di noi ha un’idea, un progetto quando è alla ricerca di uno specchio, in sintonia con lo stile che sente più vicino o che caratterizza la stanza in cui lo specchio andrà posto.
Si possono aprire diverse interpretazioni del tema: lo specchio romantico, lo specchio vintage, lo specchio barocco, lo specchio minimal, lo specchio esotico. La ricerca permette di trovare il prodotto giusto per ogni ambiente, perché le proposte sono infinite e soprattutto adatte a tutte le tasche.
Il costo di realizzazione di uno specchio può partire da poche decine di euro fino a cifre decisamente più importanti in base a quello che si cerca, che si sceglie o di cui, più semplicemente, ci si innamora. Sì, perché con gli specchi funziona proprio così.

Info: habitissimo.it

Annunci

Un pensiero riguardo “Arredo: specchio servo delle mie brame

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...