La cucina contemporanea e gastronomica? E’ al Moebius, a Milano

Amici di Carlottissima!

Segnate questa data: giovedì 26 settembre a Milano esclusiva presentazione alla stampa del ristorante Moebius, che vede in cucina lo chef stellato Enrico Croatti.

Un nome particolare, Moebius – liberamente ispirato al celebre fumettista francese, all’anagrafe Jean Giraud – ed una location suggestiva: un ex deposito di tessuti, per una superficie di oltre 700 metri quadrati associata a 12 metri di altezza, con una piattaforma sospesa in aria, quasi una navicella spaziale dalla struttura architettonica impressionante, in cui trovano posto i 30 coperti del ristorante gastronomico.

Moebius, location post industriale tra tavoli e soppalco

Sotto, ai piedi di un gigantesco ulivo quasi millenario posto in una teca in vetro, c’è il Tapa-bistrot e l’American Bar dove si uniscono suggestioni spagnole, statunitensi e francesi che, guarda caso, sono le tre esperienze più importanti dello chef Croatti.

Ulivo millenario al Moebius

Un locale unico nel suo genere, pieno di suggestioni, frutto di una importante ristrutturazione e dove cemento, vetro, ferro e legno si fondono creando un ambiente dagli spazi glamour in cui sono stati inseriti anche un palco per i concerti di musica jazz e uno spazio per la vendita di vinili.

Moebius, american bar

Con Moebius, lo chef Croatti fa il suo grande ritorno in Italia.
Riminese, classe 1982, Croatti vanta un curriculum straordinario: da Los Angeles alla Spagna, dalla Francia e all’Italia al Grand Hotel Miramonti Majestic di Cortina d’Ampezzo per poi tornare in Francia, a Lione in un crescendo di maestria e di allure gastromica.

Chef Enrico Croatti

Un golden boy che illumina di stelle tutte le cucine di cui prende le redini: la prima l’ha conquistata nel 2013 a Madonna di Campiglio come executive chef del Dolomieu, la seconda è arrivata lo scorso anno come chef dell’Orobianco di Alicante, primo ristorante di cucina italiana a ricevere il riconoscimento in terra iberica.
Ora la realizzazione del suo più grande (per ora) sogno nel cassetto, che cullava da tempo: arrivare a Milano.

Lorenzo Querci

Cosa si mangia?
Per farvi venire l’acquolina in bocca, vi lascio questa gallery da sfogliare: l’obiettivo dello chef Croatti è proporre un concetto nuovo di cucina, ritornando alle sue origini romagnole, quindi all’idea di osteria, ma contemporanea e gastronomica.
Croatti, come detto, è romagnolo, mentre Lorenzo Querci, 27enne proprietario di Moebius, è toscano con la passione per cucina, ereditata dall’impresa di ristorazione di famiglia, nella zona senese.

Da qui l’idea di avviare uno studio sulle cucine toscana e romagnola, fin dalle origini, il tutto declinato in forma di tapas, alla spagnola, con i cocktail dell’american bar orchestrati, oltre che da Croatti e Querci, anche da Luca Pilia (sous-chef), Paride Mencarani (maitre), Filippo Arrighi (sommelier) e da Marco Siclari (barman).

L’apertura al pubblico del ristorante (Bistrot e American bar sono già operativi) sarà il 15 ottobre, ma intanto sarò felice di darvi qualche succulenta anticipazione!

Info: Moebius Milano
Press: Anna Barbon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...