Ripartenza con Ikigai, la “ragione di esistere” che allunga la vita

Amici di Carlottissima!

Emergenza Coronavirus: la fase 2 si avvicina e per scoprire come mantenere le sane abitudini ritrovate durante il lock down anche col rientro alla vita (quasi) normale ripartendo più forti e più felici di prima, ci viene in aiuto la Ikigai. Cos’è e come possiamo applicarla?

La Ikigai – letteralmenteragion d’essere – è una pratica orientale di origine giapponese e rappresenta il motivo per il quale viviamo, il motivo che ci spinge ad alzarci dal letto ogni mattina: trovare uno scopo, un fattore modificabile su cui possiamo agire, può giocare un ruolo fondamentale nel mantenimento del benessere psicofisico a tutte le età, tenuto conto che, secondo gli studi scientifici, dare un senso alla propria esistenza si traduce in un aumento dell’aspettativa di vita fino a 7 anni.

Wiko, brand di telefonia portavoce del “lusso democratico”, ha collaborato con Barbara Garbagnati, Ikigai Coach che si occupa di aiutare le persone a trovare il giusto innesco per il proprio percorso di cambiamento e di miglioramento personale.
Secondo la coach durante il lock down abbiamo imparato a porre attenzione a tre aspetti, che rappresentano i pilastri dell’Ikigai: alimentazione, allenamento e atteggiamento, gli ingredienti di un vero e proprio elisir di lunga vita.

Barbara Garbagnati, Ikigai Coach

Per ripartire alla grande dal proprio Ikigai e vivere meglio e più a lungo ecco gli aspetti da non dimenticare:

1 – il senso della comunità: quando l’isolamento sarà finito, non smettiamo di dedicarci alla nostra famiglia e ai nostri amici. Per chi è stato lontano per tanto tempo, abbracciarsi sarà una riscoperta, ma anche chi ha vissuto la quarantena a stretto contatto con il proprio nucleo famigliare non dovrebbe dimenticare l’importanza dei legami rafforzati in questo periodo.

2 – La “pace interiore”: aver imparato a stare soli e a vivere il tempo come un alleato anziché come un nemico è una risorsa preziosa. Occuparsi del proprio benessere è importante e può essere positivamente più contagioso di qualsiasi virus. Anche un sano digital detox da concedersi ogni tanto è decisamente consigliato.

3 – l’alimentazione varia e bilanciata: una dieta equilibrata, che bilanci correttamente proteine, carboidrati e zuccheri, aiuta le difese immunitarie. Occuparci della nostra alimentazione è importante, coccoliamoci cucinando per noi stessi e per i nostri cari. La cucina può essere un medicamento per il corpo e per lo spirito: perfetta dunque per sentirci sempre in forma e affrontare ogni difficoltà con un senso di serenità. I pasti sono un momento importante di aggregazione da condividere con le persone che amiamo, dal vivo o sui nostri social.

4 – La forma fisica: durante la quarantena anche gli amanti della poltrona più fedeli hanno rispolverato attrezzi e tapis roulant. Con tanto tempo a disposizione e non vivendolo più come un obbligo da incastrare tra i numerosi impegni quotidiani, l’allenamento è stato rivalutato e visto come un’attività positiva e rigenerante. Anche i più sportivi hanno dovuto rivedere il proprio atteggiamento e i propri obiettivi, riscoprendo il divertimento di allenarsi per il gusto di farlo anche in casa. Importantissimo continuare a fare attività fisica con passione anche nella fase 2: dalle app contapassi alle videolezioni, mantenersi in forma è davvero alla portata di tutti e per ogni età.

5 – le piccole gioie: ultimo, ma non meno importante: non smettiamo di godere delle piccole cose quotidiane, perché è proprio lì, forse, che troveremo il nostro Ikigai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...