Umbria: alla scoperta della Cascata della Marmore, semplicemente straordinaria

Amici di Carlottissima!

La Cascata delle Marmore: quanti di noi conoscono questa meraviglia naturale? Proprio in Umbria, Regione gioiello troppo spesso lasciata all’appannaggio di turisti provenienti da ogni dove, è possibile ammirare questo eccezionale spettacolo, una incredibile bellezza in quest’area del nostro Bel Paese.

A pochi passi da Terni e non distante da Orvieto, il Parco della Cascata delle Marmore si raggiunge con una certa facilità.
Meta suggestiva, è davvero imperdibile per chi si trova a visitare il Centro e il Sud d’Italia; perfetta per passare una giornata in famiglia, si tratta di una gita ideale pure per chi non se la sente di affrontare gli scalini del percorso, ma si vuole limitare a godere dello strepitoso colpo d’occhio e della frescura che le goccioline d’acqua polverizzate regalano anche a grande distanza.

Un nome originale, quello della Cascata: si chiama “delle Marmore” perché il riflesso dei sali di carbonato di calcio che si sedimentano sulle rocce della montagna è simile quello dei cristalli di marmo bianco.
Marmore è anche il nome del paese medievale che si trova poco distante, uno dei borghi più belli della Valnerina.

Uno spettacolo mozzafiato dalle imponenti dimensioni: la Cascata delle Marmore, tra le più alte d’Europa, ha un dislivello complessivo di ben 165 metri, suddiviso in tre salti che donano alla Cascata il suo aspetto eccezionale.

Carlotta alla Cascata delle Marmore (Terni, Umbria)

La Cascata delle Marmore è straordinaria anche per la sua ricchezza biologica. Non solo vi si possono trovare molte varietà vegetali appartenenti a forme primitive, quali alghe azzurre e verdi, muschi e licheni, ma anche organismi evoluti come i macromiceti, oltre a felci e piante con fiori.
Quanto al mondo animale, qui si trovano specie di insetti, anfibi, pesci, rettili e piccoli mammiferi; inoltre ci sono uccelli rari o addirittura unici in Italia, come il Merlo acquaiolo e la Ballerina Gialla.

Ad alimentare il fascino della Cascata ci sono poi grotte, ad esempio la Grotta della condotta o la Grotta Piccola, con stalattiti e stalagmiti scavate dall’acqua nel travertino durante i secoli e che, pur essendo visitabili con percorsi speleologici, sono ancora un aspetto poco conosciuto della Cascata delle Marmore.


Non sempre tuttavia la Cascata delle Marmore è nel pieno della forma: il rilascio delle acque viene controllato regolarmente in quanto utilizzate per la produzione di energia idroelettrica, ma quando questo avviene la portata della acque diventa impressionante.

Moltissime le attività e le possibilità di visita: tra percorsi naturalistici e laboratori didattici non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Per maggiori informazioni e per programmare un’escursione alla Cascata delle Marmore si può consultare il sito:
www.cascatadellemarmore.info

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...