Autunno in Alto Adige, tra degustazioni e percorsi di benessere

Amici di Carlottissima!

Il Covid-19 è tornato con prepotenza e per questo nel fine settimana molte attività commerciali in alcune Regioni saranno chiuse: meglio quindi progettare una piccola fuga dalla città e godersi un weekend all’aria aperta senza correre rischi, lasciando vagare lo sguardo sulle maestose Dolomiti, sorseggiando un buon calice di Gewurztraminer o di Lagrein facendosi coccolare un po’ con massaggi e percorsi benessere.

DEGUSTAZIONI A CASTEL SALLEGG:
Come prima tappa per iniziare il weekend alla grande, suggerisco una visita alla cantina CASTEL SALLEGG di Caldaro, in provincia di Bolzano.

Una storia lunga quasi duecento anni quella che lega la famiglia Kuenburg alla tenuta.
E’ infatti il 1851 quando l’arciduca Rainer d’Austria acquista questi terreni, che oggi appartengono al conte Georg von Kuenburg, attraverso la principessa di Campofranco, bisnonna del Conte.

Fu intorno alla fine dell’800 che il principe di Campofranco portò dalla sua Sicilia fino all’Alto Adige alcuni vitigni di Moscato rosa trapiantandolo in una delle zone più calde del lago di Caldaro; da questo raro vitigno si ricava ancora oggi il pregiato MOSCATO ROSA, tra le varietà più rare del mondo, che Castel Sallegg produce in edizione limitata.

Per conoscere e apprezzare i vini di straordinaria eleganza e raffinatezza Castel Salleg, suggerisco di prenotare un percorso didattico, una visita e naturalmente una degustazione nei locali dell’antica foresteria, dove un arredo di design accentua il fascino di questi aristocratici locali così ricchi di storia.

Se poi il tempo è clemente, si può centellinare un buon bicchiere di vino nel cortile immersi nella magia del castello: prosit!

Info: castelsallegg.it

BENESSERE E RELAX A BAD SCHORGAU:
Dopo aver lasciato il lago di Caldaro, ci si può dirigere verso la poco conosciuta Val Sarentino, un piccolo angolo di paradiso che si raggiunge in un quarto d’ora di strada da Bolzano.
Un luogo appartato, tra la Valle Isarco e la Val d’Adige dove il paesaggio è caratterizzato a nord da alte vette che degradano poi verso sud offrendo un panorama incantevole e magico.

Qui si trova BAD SCHORGAU, antica costruzione anticamente dedicata ai bagni con acque curative e come osteria, tanto che nel 1800 diventò un punto di riferimento per gli abitanti della valle, che lo frequentavano numerosissimi.

Dopo una alluvione e passate le due guerre mondiali, l’attività del bagno riprese negli anni ’60.
Affidata in gestione ai coniugi Wenter, diventò di loro proprietà una decina di anni dopo: restaurate le 20 camere e rinnovato il ristorante gourmet, il passo successivo è stato quello dell’apertura di un nuovo centro benessere all’avanguardia e la trasformazione dello storico fienile in uno spazio per eventi, feste e per l’Accademia di cucina.

Rigenerarsi attraverso l’acqua sorgiva, grazie alle pregiate sostanze attive della natura che circonda il Bad Schorgau, è un ottimo rimedio per affrontare un periodo difficile come quello che stiamo attraversando.

Grazie alla cucina di altissimo livello, ove le materie prime sono quelle locali, con i piatti gourmet uniti ai migliori vini dell’Alto Adige potremo soddisfare anche il palato.

Nella Silhouette-Gourmet Spa lasciarsi coccolare con una combinazione di metodi termali tradizionali e moderni sarà un vero toccasana, anche perché l’acqua di sorgente, già ricca di ferro e zolfo, viene arricchita con i principi attivi della natura circostante.

Info: bad-schorgau.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...