Non solo bio: dai climatariani agli insetti, scopri le rivoluzioni nella tavola del 2021

Amici di Carlottissima!

Cibi post pandemia: secondo gli esperti del settore i principali “food trends” vedranno alimenti creati con l’ausilio dell’intelligenza artificiale, quelli contenuti in imballaggi flessibili alternativi alla plastica, un maggior consumo di fitonutrienti fino ai superfrutti dell’Amazzonia. Ma non solo, perché da ricerche internazionali è emerso che a farla da padrone saranno anche il ritorno dei “climatariani”, attenti alla sostenibilità ambientale, e pure il consumo di insetti, economici e ricchi di proteine.

NUOVE CONSAPEVOLEZZE:
L’emergenza sanitaria ha ridefinito le scelte di milioni di persone soprattutto per quanto riguarda l’alimentazione: secondo l’International Food Information Council il 54% dei consumatori ha deciso di adottare un’alimentazione più sana nel 2020 rispetto a dieci anni fa, prediligendo cibi biologici e si prevede che nei prossimi anni ci sarà un’impennata di consumi legati ai cibi plant-based, a base vegetale, raggiungendo una crescita del 20% entro il 2024.

TREND ALIMENTARI NEL 2021:
Gli americani pensano che si vedrà il ritorno dei climatariani”, coloro che seguono una dieta indicata per combattere il cambiamento climatico.
I cibi del futuro, invece, saranno a base di insetti, fonte di proteine più sostenibili grazie al minor impatto ambientale e all’alto valore nutrizionale, un business dirompente che supererà i 4,1 miliardi di dollari entro il 2025.
Spazio anche al packaging alternativo alla plastica che farà segnare un +12,4% entro il prossimo anno.

“L’attenzione alla sostenibilità e all’impatto ambientale saranno ancora più importanti all’interno del settore alimentare del post pandemia. Per questo motivo, dopo un’esperienza ventennale nel mondo del bio, ho deciso di rimettermi in gioco ideando una linea di zuppe fresche pronte che sono confezionate in pack realizzati con carta proveniente da filiera sostenibile”, spiega Marco Roveda – Il pioniere del biologico.
Tra le principali tendenze alimentari del 2021 figura anche quella dei fitonutrienti, composti vegetali ricchi di proteine e vitamine, ideali per migliorare le funzioni immunitarie; spopolerà anche la pratica del foraging, ovvero il raccogliere piante e ingredienti che crescono in boschi e lungo i fiumi.

Spazio anche ai super-frutti dell’Amazzonia come buriti e camu-camu, alimenti ricchi di vitamina A e C, e minerali come ferro e calcio, utili per restare in forma e rinvigorire il benessere mentale messo a dura prova dai periodi di lockdown.
Aumenterà la richiesta di cibi ad alto contenuto di vitamina D, magnesio, probiotici alimenti che possono regalare salute mentale e garantire una migliore qualità del sonno.
Infine, grazie alla digitalizzazione della catena alimentare avremo cibi interamente creati da intelligenze artificiali.

DECALOGO DELLE TENDENZE 2021:
Ecco i 10 principali trend alimentari del 2021 secondo gli esperti:

  1. Il ritorno dei climatariani: l’emergenza sanitaria ha aumentato il desiderio, da parte dei consumatori, di ricercare alimenti che possano avere un impatto benefico sul cambiamento climatico.
  2. Cibi creati con l’intelligenza artificiale: startup e multinazionali inizieranno ad avvalersi di macchine e robot per digitalizzare la catena alimentare.
  3. Proteine degli insetti nel piatto: non saranno più un tabù e diventeranno una delle principali portate del 2021 grazie alle loro proprietà nutritive e al basso impatto ambientale.
  4. Spazio ai fitonutrienti: gli alimenti che offrono benefici immunitari saranno un must del post pandemia. I consumatori cercheranno in tutti i modi di rafforzare la propria salute.
  5. Imballaggi più flessibili: si cercherà di ridurre al minimo l’utilizzo di confezioni in plastica, prediligendo packaging alternativi.
  6. I Super-frutti che arrivano dall’Amazzonia: alimenti come buriti e camu-camu diventeranno un must sulla tavola per via dell’importante presenza di vitamine e minerali.
  7. Più attenzione alla trasparenza: i consumatori presteranno molta più attenzione all’origine dei prodotti, chiedendo una maggiore trasparenza dalle aziende.
  8. Boom del biologico: il settore sembra non aver risentito gli effetti della crisi e avrà una crescita miliardaria entro il 2025.
  9. Crescita costante del food delivery: le richieste di consegna del cibo a domicilio sono aumentate in maniera esponenziale durante i mesi di lockdown e continueranno anche nel 2021.
  10. Il trend del foraging: la pratica di raccogliere piante e ingredienti che crescono spontanei in boschi e prati o lungo i fiumi, già in crescita da diversi anni, sarà sempre più frequente anche nel post pandemia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...