Viaggi nel 2023: trend e destinazioni fuori dai sentieri battuti

Amici di Carlottissima!

Samarcanda (Uzbekistan) – foto di Snowscat su Unsplash

Le destinazioni top per i viaggi del 2023 vanno dall’Uzbekistan all’Armenia, dal Costa Rica alla Cambogia: ecco i suggerimenti per godere appieno del piacere di un turismo diverso e autentico, fuori stagione e lontano dalla folla.

VIAGGIARE FUORI STAGIONE, UNA SCELTA CONSAPEVOLE:
Le analisi di mercato Evaneos evidenziano come le destinazioni top ricevano fino a cinque volte meno prenotazioni in giugno che non in agosto.
Il Messico ne riceve fino a 3,5 volte meno in novembre (e 5 volte meno in gennaio) che non in agosto; l’Indonesia – sul podio nel 2022 fra le destinazioni più gettonate – fino a 2 volte meno in ottobre (e 5 volte meno in giugno) che non in agosto.
Questi dati incoraggiano a viaggiare fuori stagione in maniera più rilassata, senza gli svantaggi dell’overtourism: per esempio, scegliere di visitare Creta in giugno prima di tutti gli altri significa poter ammirare le fioriture, oppure andarci in autunno consente di raccogliere le olive con un piccolo produttore locale, esperienze impossibili da vivere in alta stagione.

Bali (Indonesia) – foto di Niklas Weiss su Unsplash

INDONESIA E BALI:
In Indonesia, a Bali, il tempo si ferma e senza la pressione dei flussi di agosto è possibile immergersi nella magia di ogni tappa e scoprire luoghi autentici, lontani dai turisti. Ad esempio, a Munduk perdersi per ore in mezzo alle piantagioni di caffè o di chiodi di garofano. Incontrare agricoltori, orafi e tessitori, le cui case fanno anche da laboratori e ammirare cascate nascoste.

MESSICO:
In Messico il contatto umano la fa da padrone. Sarà possibile conoscere da vicino decine di popoli indigeni diversi, ognuno con le proprie lingue e le proprie tradizioni, in Chiapas, a Valladolid e con i Maya in Quintana Roo lontano dalla folla, alla scoperta di culture sorprendenti.

THAILANDIA:
Una considerazione simile va fatta quando si prendono in considerazione mete oggetto di desiderio globale come la Thailandia. La Terra del Sorriso riceve infatti fino a 7 volte le prenotazioni della vicina Cambogia, un paese che offre un patrimonio culturale e naturalistico altrettanto stimolante. Allargare il ventaglio di possibilità verso mete meno battute e alternative è ancora una volta il modo in cui contribuire a rilasciare un impatto positivo viaggiando.

Cambogia, Angkgor Vat – foto di Giuliano Gabella su Unsplash

UZBEKISTA, UGANDA, CAMBOGIA:
L’Uzbekistan è il risultato di una commistione millenaria di culture, popoli e religioni. Tashkent, Samarcanda e Bukhara sono tappe immancabili, così come il lago Aydar e gli accampamenti di iurte fra le dune di Yangikazgan.
In Uganda, fra avvistamenti di gorilla ed escursioni sui laghi Vittoria e Bunyonyi, è possibile entrare in contatto con una natura incontaminata ed emozionante. Il viaggio prosegue verso le immense piantagioni di tè e verso le cime innevate del Ruwenzori e le profondità dell’impenetrabile foresta di Bwindi.
Infine la Cambogia, la cui ricchezza non si limita ai templi di Angkor: le meraviglie del lago Tonle Sap e dei suoi villaggi di pescatori, seguite da un’immersione nella campagna settentrionale intorno a Koh Ker e Beng Mealea. sono arricchite da incontri con la gente del posto, lontano dalle grandi aree turistiche.

Uganda, foresta di Bwindi- foto di Max Christian su Unsplash

VIAGGI VICINO A CASA, LA BELLEZZA DIETRO L’ANGOLO:
Viaggiare a corto raggio significa ridurre considerevolmente le emissioni di CO₂.
Tra le destinazioni Evaneos propone quelle europee, così come pure il nord Africa e l’Egitto: Casablanca, Essaouira, Marrakech sono universalmente note, ma con il supporto di un agente locale Evaneos è possibile visitare altre zone più remote e senza turisti, e ricche di fascino del Marocco: la valle di Anergui per scoprire le tradizioni nomadi e i magnifici granai collettivi, il massiccio dell’Atlante su cui fare trekking condividendo un pasto con la gente del posto, gli altipiani di Kousser, luogo magico su cui fare trekking e bivaccare in tenda.

Costa Rica – foto di Nat Fernández su Unsplash)

IMMERGERSI NELLA NATURA:
Armenia, Malesia e Costa Rica promettono emozioni per i travellers più avventurosi.
In Armenia, quasi il 90% del territorio si trova al di sopra dei 1.000 metri di altitudine: una terra che offre paesaggi spettacolari e variegati, oltre ad una natura incredibile da conoscere a piedi, al proprio ritmo.
In Malesia, partendo dalla frenetica Kuala Lumpur, si viaggia in direzione della riserva del lago Belum, che si esplora a bordo di una casa galleggiante, scorgendo tigri ed elefanti lungo la costa.
Natura rigogliosa e cultura millenaria caratterizzano il Costa Rica, che offre avventurose escursioni sulle pendici del vulcano Turrialba, al monumento di Guayabo e fra i misteriosi monumenti sferici in mezzo alla foresta.

info: www.evaneos.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...