Boom dei viaggi dog-friendly: ecco il decalogo degli esperti per vacanze in sicurezza

Amici di Carlottissima!

Il nostro animale domestico è un vero compagno di vita, che ci ha tenuto compagnia e aiutato a tenere alto il morale durante il lockdown. Adesso, con la Fase 3, non vogliamo certo separarcene ed ecco allora alcuni consigli dei veterinari per tutelare la salute degli amici a quattro zampe durante le sempre più frequenti vacanze dog-friendly.

Celebrities e non solo: secondo un recente studio le prenotazioni di questo genere di vacanze hanno registrato a maggio un + 41% e, secondo Coldiretti, già nel 2019 due italiani su cinque sono partiti con il proprio amico peloso, grazie ad un aumento dell’ospitalità pet-friendly diffusa lungo tutta la Penisola.

Andare in vacanza con il proprio compagno a quattro zampe è un trend che contagia sempre più celebrities e influencer: sui social ci sono personaggi come Paola Turani, che non si separa mai da Nadine e Gnomo, un Bovaro del Bernese e un Terranova; Michelle Hunziker non perde mai l’occasione di immortalare i suoi due amati Barboncini, mentre Chiara Ferragni è sempre in compagnia della sua Matilde, un Bouledogue Francese.

A sottolineare la tendenza ci ha pensato Tripadvisor, secondo cui 3 italiani su 5 cambiano meta se non ci sono strutture ad hoc: la possibilità di portare con sé gli animali domestici è tra i servizi più ricercati (30%) nella scelta di una sistemazione estiva.

Ma quali sono rischi e pericoli in cui potrebbero incorrere i cani nei viaggi e gite fuori porta, quali le razze canine più soggette a infortuni e quali sono gli accorgimenti che i padroni devono utilizzare per tutelare la salute dei propri cani?

Tra le razze più soggette a infortuni “vacanzieri” gli esperti segnalano sia cani di grossa taglia, come Labrador, Rottweiler e Dobermann, così come quelli un po’ più piccoli, come i Jack Russel.
I cani da lavoro ed i cani sportivi sono “atleti” a tutti gli effetti e per questo più facilmente predisposti ad infortuni.

Anche il Made in Italy contribuisce con lo sviluppo di nuove tecnologie sempre più innovative e futuristiche per la salute degli animali:
Con le più moderne tecnologie si possono trattare cani o gatti per traumatologia, riabilitazione e tutte le patologie che presentano dolore, infiammazione, edema, ferite e ulcere. Tra gli utilizzi delle nuove tecnologie al servizio dei veterinari c’è anche la cura dei danni ai tendini e l’irritazione dei legamenti: con la terapia laser ad alta energia si possono ottenere risultati straordinari” spiega Ennio Aloisini, CEO di Mectronic.

Ecco allora i dieci consigli degli esperti per prevenire e curare i più frequenti infortuni dei nostri cani:

1 – OCCHIO ALLA BILANCIA
Seguire una dieta equilibrata e mantenere sotto controllo il peso può ridurre il rischio di infortuni.

2 – INTEGRATORI ALIMENTARI PER LE ARTICOLAZIONI
Se consigliato dal veterinario, l’uso di integratori quali i condroprotettori può aiutare le articolazioni.

3 – MAI DIMENTICARE L’ATTIVITA’ FISICA
L’esercizio è essenziale ma va mantenuto su livelli costanti, evitando eccessi e brusche variazioni.

4 – CONCEDERE DELLE SESSIONI DI NUOTO
Il nuoto può essere di grande beneficio: esistono oggi anche centri attrezzati e con personale specializzato.

5 – MASSIMA ATTENZIONE ALLE SCALE
L’attenzione deve essere massima nel cane anziano, cercando ove possibile di evitarle o farle lentamente.

6 – EVITARE IL “SALTO IN AUTO”
Per evitare complicazioni, aiutare sempre il cane a salire e scendere dall’auto, evitando pericolosi salti.

7 – VAI COL LISCIO? MEGLIO DI NO!
I pavimenti lisci sono un nemico insidioso: meglio attrezzarsi con dispositivi antiscivolo e tappeti.

8 – NON RINUNCIARE AD UN CONTROLLO ORTOPEDICO
Durante le visite veterinarie di routine potrebbe essere utile chiedere anche un controllo ortopedico.

9 – RIVOLGERSI SEMPRE A SPECIALISTI
In caso di infortunio ortopedico chiedere sempre un consulto veterinario specialistico.

10 – IN CASO D’INFORTUNIO, SCIENZA E TECNOLOGIA A DISPOSIZIONE DELLO SPECIALISTA
Tecarterapia (Doctor Tecar Plus Vet), laser (iLux Plus Vet), onde d’urto (Pulswave Vet): come ricordato dal CEO di Mectronic sono le metodologie hi-tech più efficaci per curare gli amici a quattro zampe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...